Video: Come calibrare un monitor, per una visione realistica, metodo fai da te



Il monitor hp V24 FHD seppur sventolando caratteristiche, tipo tempi di risposta da un millisecondo, freesync, 75 Hertz per ingolosire i videogiocatori parsimoniosi, ha delle caratteristiche tecniche native di linea con la fascia di prezzo. Attualmente dichiarato in offerta è venduto a circa 100 euro. Per fare una rapida verifica della bontà del pannello uso il test online messo a punto dalla Eizo, dove verifico, contrasto, luminosità, nitidezza, gamma, resa dei colori, tempi di risposta ed eventuali pixel e subpixel bruciati; dal test sembra essere tutto nella norma. Naturalmente il monitor non è stato calibrato manualmente da un addetto in fabbrica, che probabilmente sarebbe costato più di tutto il processo produttivo; quindi ho provveduto con il seguente fantasioso procedimento fai da te a costo zero. L'escamotage che ho usato è stato quello di creare dei campioni di colori dei quali sapessi il codice identificativo. Dando un'occhiata in giro ho trovato una vecchia lattina grigio brillante con codice RAL 7035 ed una vecchia vernice spray azzurro cielo con codice RAL 5015, con i quali o verniciato due pezzi di compensato che appunto mi sono serviti come riferimento per bilanciare i colori. Abbino ai due campioni di colore che ho creato anche dei pastelli colorati su un foglio di carta bianco, che dopo aver fotografato e controllato la corrispondenza dei codici RAL tramite l'App Color Picker per la verifica dei colori, userò come riferimento per tarare i monitor, con lo scopo di rendere i colori il più possibile simili a quelli reali, di regolare luminosità e contrasto per una buona gamma li neri e bianchi e di uniformare il tutto anche sul vecchio monitor, ora declassato a secondario di servizio. Prima di procedere alle regolazioni bisognerà creare una illuminazione ideale dell'ambiente evitando la luce diretta sia del sole che artificiali, ad esempio rivolgendo un faretto con una lampadina a luce bianca verso un solaio od una parete bianchi. Fatto ciò, aprendo una immagine con circa trenta gradazioni di grigio, dal nero al bianco, ad esempio quella disponibile sul già citato test Eizo, su tutti i monitor che si intende calibrare, si agisce sulla luminosità del monitor tramite le regolazioni in modo tale da ottenere in nero più profondo che sia ancora distinguibile dalla successiva banda, poi si agisce sul contrasto in modo tale da ottenere il miglior bianco ancora distinguibile dalla precedente banda, se necessario si ritocca ciclicamente sia il nero che il bianco, in modo tale da ottenere l'equilibrio migliore tra tutti i monitor. Aprendo le immagini con la foto dei campioni colore su tutti i monitor, si procede alla taratura visiva agendo sulle impostazioni colori personalizzate, dove bisognerà bilanciare la combinazione RGB, rosso, verde, blu, che se miscelati generano tutti gli altri colori, affiancando i campioni reali alle rispettive immagini e ripetere ciclicamente l'operazione, se necessario, per arrivare all'equilibrio ottimale fra tutti i monitor. Durante questa operazione bisogna anche che il bianco del foglio che fa da sfondo rimanga neutro il più possibile, evitando dominanti di colore indesiderate, magari agendo anche sulla temperatura della luce se disponibile come impostazioni sul monitor. Dopo un controllo di comparazione visiva complessiva dei colori a video con quelli dei campioni reali, procedo anche ad una verifica dei codici cololore rilevati a video con quelli reali. Per fare ciò uso la già citata app gratuita, disponibile sul Google Play, Color Picker, che dopo aver selezionato la tabella codici di tipo RAL, sfruttando la telecamera dello smartphone puntata su campioni colore, permette la rilevazione del codice colore. Ripetendo l'operazione su tutti i campioni colore, ho potuto constatare anche la corrispondenza dei codici colore RAL, anche se alcuni sono solo prossimi a quelli reali, ma nel complesso soddisfacenti. Le principali specifiche tecniche del monitor sono: luminosità da 250 nit, livello di contrasto 1000:1, gamut di colore 72% NTSC, profondità colore 8 bit, full hd 16:9, angolo di visione orizzontale 170 gradi, angolo di visione verticale 160 gradi, pixel per pollice 91 ppi, antiriflesso, diagonale 60,96 cm, porte hdmi e vga, inclinazione da -5 gradi a +20 gradi, consumo massimo 26 watt, classe D. Quindi, sostanzialmente, anche un monitor di poche pretese se scrupolosamente e pazientemente regolato può essere un buon punto di partenza per chi ha un budget limitato. Spero di averti dato qualche utile spunto per i tuoi monitor attuali e futuri.

GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE

Commenti

Post popolari in questo blog

Maybelline New York Correttore Liquido Il Cancella Età, con Bacche di Goji e Haloxyl, Copre Occhiaie e Piccole Rughe, 01 Light, 6.8 ml

Maybelline New York Correttore Liquido Il Cancella Età, con Bacche di Goji e Haloxyl, Copre Occhiaie e Piccole Rughe, 02 Nude, 6,8 ml

Maybelline New York Correttore Liquido Il Cancella Età, con Bacche di Goji e Haloxyl, Copre Occhiaie e Piccole Rughe, 02 Nude, 6,8 ml